Che cosa significa Brand Positioning ?

Farti ricordare dal Cliente vuol dire conoscere il tuo Posizionamento Mentale nella testa del Cliente e sapere perche’ e’ cosi’ importante.

Che cosa significa posizionamento mentale o meglio Brand Positioning ?

Vediamo subito qualche esempio:

SPEAK TO SPEAK è il marchio di una scuola di lingue che opera a Milano, sul territorio italiano e (con partnership) nelle principali città del mondo.

SPEAK TO SPEAK lavora solo con aziende ed è focalizzata prevalente-mente sull’insegnamento dell’inglese.

Il panorama competitivo in cui opera il Cliente è affollato.
Ci sono competitor di ogni dimensione, dalle multinazionali ai singoli liberi professionisti.
Tuttavia, tutti i competitor si rivolgono sia al cliente consumer, sia al cliente business.
Non c’è allo stato attuale una scuola focalizzata solo sul cliente business, come è invece SPEAK TO SPEAK.

Una brand, o marca, ha una posizione nella testa del potenziale cliente, in una determinata categoria.

Il positioning è una battaglia per conquistare una posizione nella mente del cliente (o potenziale).

Se una brand non riesce ad essere tra le prime 3 in una categoria, deve creare una categoria in cui essere leader.

Il Brand Positioning delle “scuole di lingue” e’ un mercato dove sicuramente le prime tre posizioni, nella mente del cliente e potenziale, sono già occupate.
1-Wall Street Institute
2-British School
3-British Institute

Il Brand Positioning delle “scuole di lingue per il business” non è una categoria percepita o comunque già occupata da brand.

L’opportunità strategica per SPEAK TO SPEAK e’ la possibilità di creare la nuova categoria nell’area “scuola di lingue per il business”.
Creando una nuova categoria potrà essere percepito come leader con tutti i vantaggi in termini di profitto.

Cosa dicono i concorrenti:
1-Wall Street Institute “School of English”
2-British School “Cerchi corsi d’inglese professionali per tutti i livelli? British School è anche nella tua città. Contattaci!”
3-British Inatitute “Ente culturale per la diffusione della lingua inglese.”

Il focus è sull’insegnamento della lingua inglese e sulla scuola.

Il problema da superare per cogliere quest’opportunità è la difficoltà per SPEAK TO SPEAK di differenziarsi dai competitor.
Per un cliente, una scuola di lingue è una scuola di lingue e le brand forti della categoria offrono infatti corsi “business”.
SPEAK TO SPEAK deve quindi trovare un modo di definire la sua categoria che la differenzi sufficientemente dai competitor.
Probabilmente bisogna uscire dall’area “scuola di lingue”.

Cosa vuole un cliente aziendale?
Sentirsi sicuro di usare l’inglese nelle situazioni lavorative, nel miglior modo possibile e nel minor tempo possibile.
Vuole tornare a scuola a studiare l’inglese? No.
Vuole saper fare conversazione generica? No.
La promessa delle scuole di lingue generaliste, quindi, non è ciò che i clienti aziendali vogliono.

Dov’e’ che SPEAK TO SPEAK può attaccare i competitor?
Attaccare i competitor qui significa usare “la debolezza nel loro punto di forza” come elemento.

Qual è il loro punto di debolezza? Essere scuole di inglese.
I clienti aziendali non vogliono tornare a scuola.

Ora se stai ancora pensando “…ma il mio settore è differente, queste cose di Posizionamento     Mentale funzionano solo per le Scuole di Inglese…” ti consiglio di confrontare la tua opinione con un’esperto.

Resta connesso…

Stefano Bortolotti

PS: Il Brand Positioning e’ l’unica tecnica al mondo che ti permette di emergere nel tuo mercato di riferimento ed e’ utilizzato da milioni di Aziende di successo in tutto il mondo tra cui Coca Cola, RedBull, McDonald’s, Nike, Apple e molte altre.